SIMI Talk con Anna Pozzi sul tema della tratta di esserei umani, in particolare sulla tratta per sfruttamento sessuale

Anna Pozzi è Giornalista e saggista, lavora al mensile Mondo e Missione del Pime e collabora con diverse testate giornalistiche e con Radio3 Rai. Ha realizzato numerosi reportage in una quarantina di Paesi africani, del Maghreb e del Medio Oriente. È assistente presso la cattedra di Teoria e tecniche del giornalismo dell’Università Cattolica di Milano (sede di Brescia).

È specializzata sui temi delle migrazioni e della tratta, sui quali tiene anche incontri di formazione e seminari, sia in Italia che nei Paesi di origine (Nigeria, aprile 2019 e Costa d’Avorio, maggio 2019) in collaborazione con l’Associazione Carta di Roma e l’Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim). Presso quest’ultima, ha seguito un corso di formazione a New York nel quartier generale delle Nazioni Unite su: Legislazioni internazionali sulle migrazioni.

È tra i fondatori dell’associazione “Slaves no More” contro la tratta di esseri umani. Ha collaborato attivamente alla realizzazione delle Giornate mondiali contro la tratta di persone dell’8 febbraio. Quella del 2016, a Milano, con il Premio Nobel per la pace Kailash Satyarthi.

Su questo tema ha scritto quattro libri, l’ultimo dei quali, Il coraggio della libertà (Ed Paoline) con Blessing Okoedion. E due brevi documentari sulla tratta delle nigeriane: No Place Like Home e Il coraggio della libertà.

Sul tema della tratta per sfruttamento sessuale è stata invitata a intervenire al Quirinale in occasione della cerimonia dell’8 marzo 2019 e in maggio stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica dal Presidente Sergio Mattarella.