SimiRoma

Circa SimiRoma

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora SimiRoma ha creato 188 post nel blog.

La Nuova Missione Scalabriniana in Uganda

2023-12-01T17:58:32+00:00

L’Uganda ospita più rifugiati di qualsiasi altro paese in Africa e oggi rappresenta un caso studio. Quale è la situazione a Kampala, la zona in cui presti servizio? Ci parli della missione scalabriniana? (Quando è stata aperta ecc…) Grazie per questa domanda. Kampala è una delle città africane in rapida crescita in termini di mercato e affari. Questo fatto è diventato il fattore d’attrazione per alcuni migranti economici e rifugiati (anche quelli che si trovano negli insediamenti di rifugiati). Per questo motivo a Kampala c'è una massiccia presenza di migranti e rifugiati, che provengono da altri paesi africani. Ci sono [...]

La Nuova Missione Scalabriniana in Uganda2023-12-01T17:58:32+00:00

La lotta per l’istruzione delle ragazze rifugiate in Uganda

2024-01-24T15:09:08+00:00

Sono Padre Karim KONSEIMBO, membro della Società dei Missionari d'Africa (Padri Bianchi), fondato in Algeria nel 1868 dal Cardinale Charles Lavigerie. La Società dei Missionari d'Africa è stata ufficialmente registrata in Uganda il 1 aprile 1987. Qui facciamo parte degli agenti pastorali della Diocesi di Arua in Uganda. Per la nostra missione con i rifugiati abbiamo un Memorandum of Understanding (MOU) con l'Ufficio del Primo Ministro (OPM) dell'Uganda attraverso il Vescovo Cattolico della Diocesi di Arua. Con due confratelli, lavoro come in quattro insediamenti di rifugiati (Agojo, Maaji 1, Maaji 2 e Maaji 3) nella Diocesi Cattolica di Arua nel [...]

La lotta per l’istruzione delle ragazze rifugiate in Uganda2024-01-24T15:09:08+00:00

Conosciamo Annemarijn – nuova tirocinante SIMI

2023-12-01T17:55:56+00:00

Ciao a tutti! Mi chiamo Annemarijn Cozijnsen e sono una studentessa olandese che segue il Master in Peace Studies & Conflict Resolution presso l'American University of Rome. Inoltre, sono ricercatrice presso l'Accademia Regionale delle Nazioni Unite per l’anno 2023, per la quale sto conducendo ricerche per l'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE). Ho conseguito la laurea in Arti e Scienze Liberali presso l'University College di Utrecht, dove mi sono specializzata in Scienze Politiche e Studi Religiosi. Nel corso dei miei studi interdisciplinari, ho imparato a conoscere l'importanza e l'impatto dei movimenti religiosi e della teologia pubblica [...]

Conosciamo Annemarijn – nuova tirocinante SIMI2023-12-01T17:55:56+00:00

Rethinking Internal Displacement

2024-01-24T15:20:33+00:00

Il fenomeno dello sfollamento interno ha creato una sfida senza precedenti per la comunità internazionale. Come già affermato dall'ex Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon nel 2013, si tratta probabilmente della «sfida umanitaria più significativa che affrontiamo». Ad oggi, la situazione non è migliorata con il numero globale di sfollati interni che ha raggiunto un massimo storico di 59,1 milioni di persone alla fine del 2021. Di queste, 53,2 milioni sono state sfollate a causa di conflitti e violenze, mentre 5,9 milioni a causa di disastri. Inoltre, stime preliminari mostrano che il numero di persone sfollate ha raggiunto [...]

Rethinking Internal Displacement2024-01-24T15:20:33+00:00

Incontro dei vescovi e dei delegati nazionali per le migrazioni a Szombathely

2023-12-01T17:50:48+00:00

Dal 12 al 14 novembre si è tenuto l’incontro della Sezione Migrazioni e Rifugiati della Commissione per la Pastorale Sociale del  Consiglio delle Conferenze Episcopali Europee (CCEE), a Szombathely in Ungheria. “Liberi di scegliere se migrare o restare” è stato il tema dell’incontro che, riprendendo il quello della Gionata Mondiale del Migrante e del Rifugiato di quest’anno, ha proposto una riflessione approfondita sul significato e le possibilità della libertà di decidere se iniziare un percorso migratorio oppure se restare nella propria terra. All’incontro hanno partecipato i direttori nazionali delle migrazioni presso le diverse conferenze episcopali d’Europa, presentando i loro rapporti [...]

Incontro dei vescovi e dei delegati nazionali per le migrazioni a Szombathely2023-12-01T17:50:48+00:00

25 anni di Stella Maris Rio de Janeiro

2023-11-28T15:51:30+00:00

Nel servizio specifico offerto alla gente del mare, e nell’impostazione di tale pastorale, quanto è importante il carisma scalabriniano? Nel servizio specifico alla gente del mare il carisma scalabriniano è importante per la fedeltà al fondatore San Giovanni Battista Scalabrini che, fin dall’inizio, invia i suoi missionari via nave chiedendo loro di accogliere e servire gli emigranti nelle loro necessità, soprattutto celebrando la Santa Eucarestia e insegnando il catechismo a bordo.  Attualmente il carisma è importante perché, seguendo l’intuizione del Santo fondatore, continuiamo a servire on entusiasmo e allegria i marinai in porto, “eterni migranti”, vivendo e testimoniando la nostra [...]

25 anni di Stella Maris Rio de Janeiro2023-11-28T15:51:30+00:00

Mediterraneo ponte di speranza

2024-02-06T11:47:27+00:00

Il Mediterraneo ponte di speranza tra la terra di partenza e quella di arrivo   Mediterraneo cimitero. Mediterraneo culla di civiltà. Mediterraneo spazio di incontro tra popoli e culture…sono varie le possibili identità che può assumere quest’area geografia tanto strategica e rilevante da vari punti di vista, da quello geopolitico a quello pastorale. Dal 17 al 24 settembre 2023 a Marsiglia si è tenuto un importante appuntamento dal titolo “Incontri del Mediterraneo. Marsiglia: mosaico di speranza”. È il terzo appuntamento, dopo quello di Bari (2020) e di Firenze (2022), che ha visto riuniti i vescovi delle diocesi che si affacciano [...]

Mediterraneo ponte di speranza2024-02-06T11:47:27+00:00

Monsignor Scalabrini e le migrazioni post-unitarie

2023-11-06T11:41:41+00:00

Monsignor Scalabrini e le migrazioni post-unitarie Dopo il 1861 la riorganizzazione economica di numerose aree regionali del nuovo Regno incentiva nuovi meccanismi di partenza. Il numero degli espatriati cresce, grazie anche allo sviluppo delle ferrovie e delle linee navali, ma soprattutto stimolato dalle difficoltà economiche e sociali del nuovo regno. La grande migrazione dell’ultimo quarto del secolo è il culmine di un processo iniziato da tempo e soprattutto ne conserva alcune caratteristiche, fra cui l’abitudine al ritorno per poi partire e tornare ancora. Nel secondo Ottocento la forza-lavoro eccedente delle Alpi, della pianura padana e dell’Appennino centro-settentrionale migra in Francia [...]

Monsignor Scalabrini e le migrazioni post-unitarie2023-11-06T11:41:41+00:00
Torna in cima