Con  Lucia Funicelli parliamo di volontariato internazionale e cooperazione allo sviluppo al fianco di migranti, rifugiati e comunità locali.

Lucia nasce a Cittadella (PD) dove al termine degli studi comincia a lavorare nel settore bancario. Nel 2006 cercando qualche ente che approfondisse il tema dell’intercultura conosce i Padri Scalabriniani che a Bassano del Grappa (VI) organizzano tramite ASCS il Corso di formazione per volontari alla cooperazione internazionale e si iscrive. Al termine del corso di formazione decide di partire per una esperienza di un mese e viene inviata a Bogotà, Colombia. Dopo due esperienze di un mese in Colombia a gennaio 2008 decide di lasciare il lavoro e parte per una iniziale esperienza di un anno come volontaria che si tramuterà poi in una esperienza di cinque anni come coordinatrice della locale Casa di accoglienza per migranti e come integrante dello staff che gestisce “Il Nido del Gufo”, una ludoteca-biblioteca e centro culturale sito nel quartiere di Lisboa de Suba dove i Padri Scalabriniani hanno la loro missione a Bogotà, Colombia.

Nel 2012 torna in Italia e le viene proposto di lavorare nella sede di Milano di ASCS dove ricopre a tutt’oggi il ruolo di responsabile amministrazione e rendicontazione e di responsabile del settore volontariato internazionale dell’associazione.